Biscotti della gioia di Santa Ildegarda

Ho comprato l’ennesimo libro di cucina. Un passione impulsiva e irrefrenabile quella che da qualche anno a questa parte mi spinge a circondarmi di ricettari di ogni forma e sostanza e dai quali attingere ispirazione per i miei esperimenti tra i fornelli.

Di lui, il mio (pen)ultimo acquisto, ‘Ricette & segreti dei Monasteri’ di Laurence e Gilles Laurendon mi sono innamorata all’istante, colpita dalla sua copertina bianca, dall’essenzialità dei suoi contenuti e delle sue immagini e affascinata dalla sue ricette ricche di storia e avvolte da un aurea di mistero.

biscotti della gioia di santa ildegarda

biscotti della gioia di santa ildegarda

Confetture, liquori, elisir, erbe spontanee e dolcetti. E i biscotti della gioia di Santa Ildegarda.

Ildegard von Bingen è stata una religiosa e naturalista tedesca vissuta nel XII secolo e proclamata Santa dalla Chiesa Cattolica nel 2012. Ultima di dieci fratelli, a causa della sua cagionevole salute visse in convento sin dall’età di 8 anni. Narrò più volte delle sue visioni e condusse una vita monastica anticonformista oltre a dedicarsi alla teologia, alla musica ed alla medicina.

A lei si deve la ricetta di questi biscotti semplici chiamati ‘della gioia’ in quanto aventi capacità calmanti e stimolanti che sarebbero da imputare al farro, cereale antico progenitore del più diffuso grano tenero, ricco in vitamina B e in amminoacidi essenziali per il rinnovamento cellulare ed antistress naturale con effetto di stimolo del sistema immunitario.

Miele e zucchero di canna integrale regalano a questi biscotti un carattere deliziosamente rustico. Il burro c’è e si sente…ma che biscotti sarebbero senza?

biscotti-della-felicita-(41)_web

I BISCOTTI DELLA GIOIA DI SANTA ILDEGARDA (per 2 teglie abbondanti di biscotti)

  • 400 gr di farina di farro
  • 170 gr di burro morbido
  • 50 gr di miele (per me un millefiori)
  • 100 gr di zucchero di canna integrale
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo

Sciogliamo il miele in una casseruola, allontaniamo dal fuoco ed uniamo il burro. Mescoliamo prima di aggiungere lo zucchero e il sale. Incorporiamo a questo punto l’uovo e versiamo la farina a pioggia. Lavoriamo l’impasto fino ad ottenere una massa uniforme e diamogli la forma di un rotolo del diametro di 7 cm. Avvolgiamo il rotolo nella pellicola e trasferiamolo in frigorifero a rassodare per un paio di ore.

Preriscaldiamo il forno a 180°C. Tagliamo delle rondelle di pasta dello spessore di 5mm.

Rivestiamo una teglia di carta da forno e trasferiamovi i biscotti. Inforniamo per 10 minuti circa.

Sforniamo e lasciamo raffreddare su una gratella prima di servirli.

biscotti della gioia di santa ildegarda

HONEY AND SPELT FLOUR COOKIES (makes 2 dozens)

  • 400 gr spelt flour
  • 170 gr butter, softened
  • 50 gr honey
  • 100 gr brown cane sugar
  • 1 pinch salt
  • 1 egg

Melt honey in a small pot, remove from heat and add the butter. Stir before mixing in the sugar and the salt.

Add the egg and toss over the flour. Knead the batter until a ball forms then shape into a log, 7-cm wide. Cover with parchmente paper and transfer into the fridge to rest for at least 2 hours.

Preheat the oven to 180°C. Remove the parchment paper and using a sharp knife cut out the cookies (5mm wide). Transfer onto a baking tray lined with parchment paper and bake for 10 minutes. Let cool on a rack before serving.

2 Comments

  • Sono corsa subito a leggerli perchè credo che mai come in questo periodo bisogna trovare ricette che inneggino alla gioia ed alla semplicità.
    Spero di leggere presto la ricetta di qualche elisir!!!
    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *