Lasagne ai broccoletti con porri e triglie alle nocciole | Broccoli lasagna with leaks and hazelnut red mullets

Aiuto…non ricordo la ricetta delle lasagne e quel che è peggio non ho appuntato le dosi da nessuna parte! Avessi almeno usato come diario di cucina il foglio di Scottex (che poi Scottex non era…) che avevo a portata di mano sulla spianatoia!! Provo a chiedere appello alla memoria che almeno ultimamente sembra tornata, non ai livelli pre-parto ma ci siamo comunque vicini…

Se questo mese voglio almeno tentare di partecipare in tempo all’MtChallenge ospitato da Sabrina (evitando di pubblicare il giorno dopo la scadenza!), non ho altra alternativa che chiudere gli occhi e tornare indietro di qualche giorno, ripercorrendo tutti gli istanti che mi hanno vista tete a tete (se sapete come si inserisce la tegolina sopra la ‘e’, questa per intenderci ‘^’ ve ne sarei grata…) con spianatoia e mattarello.

lasagne ai broccoli con porri e triglie alle nocciole6

Domenica mattina…lo so che voi normalmente vi riposate ma io ultimamente di tempo ne ho pochissimo e l’unico giorno nel quale posso ribaltare la casa o cucinare è proprio quello dedicato dal calendario al relax.

Alle 8.30 sgombero computer e foglietti vari dal tavolo della sala per ricoprirlo con una tovaglia che doveva essere immacolata e che invece ha finito per fare pandant con il colore della sfoglia. Casualità o scelta ponderata? Non mi soffermerei molto sul dettaglio perché il post si preannuncia lungo (sempre che la memoria mi assista) e mi sentirei in colpa per avervi trattenuto qui 20 minuti per leggere una ricetta.

Mentre l’uomo piccolo, bevuto il suo latte, abbandona presto la comoda seduta del divano per venire a curiosare al di sopra del tavolo, quello grande sembra in catalessi. Minaccio di cacciarli fuori casa a calci se entro un quarto d’ora non sono lavati, vestiti e pettinati ed hanno almeno affrontato la prima rampa di scale. Stranamente mi ubbidiscono.

lasagne ai broccoli con porri e triglie alle nocciole

Mi devo concentrare. Uova (delle gallinelle), farina e semola ci sono. Non vorremo mica farle bianche queste lasagne? Vado in cucina, apro il frigo e trovo dei broccoletti avanzati dalla sera prima. Aggiudicati. Nella fruttiera sopra al tavolo ci sono i porri arrivati dall’orto del papà che aspettano solo di essere cucinati. Ciccia in casa non ce n’è perché al pranzo ci pensa la suocera e la cena sarà a base di frutta, in compenso ho delle triglie (di fango però perché quelle di scoglio qui tra i monti non si trovano mica!) che finiscono dritte nel ripieno delle mie lasagne.

Quando gli uomini ritornano a casa, le campane della chiesa hanno appena suonato il tocco di mezzogiorno. Mi tolgo il grembiule, raccolgo e  sbatto la tovaglia fuori della finestra poi mi siedo a riposare le gambe. Dopo pranzo penseremo a cuocerle ed a preparare i biscotti di mosto…

lasagne ai broccoli con porri e triglie alle nocciole 5-1

lasagne ai broccoli con porri e triglie alle nocciole 2-7

LASAGNE AI BROCCOLETTI CON PORRI E TRIGLIE ALLE NOCCCIOLE (per una teglia da 18x30cm più una da 14x14cm)

Per le lasagne:

  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di semola
  • 3 uova medie
  • 50 gr di broccoletti lessati

Per la besciamella:

  • 1,5 litri latte fresco intero
  • 120 gr burro
  • 150gr di farina
  • sale e noce moscata se piace

Per il ripieno:

  • 2 porri
  • 20 triglie (squamate e sfilettate)
  • nocciole tritate
  • burro
  • bacche di pepe rosa

La sfoglia e la besciamella le ho preparate seguendo fedelmente le istruzioni di Sabrina ed aggiungendo all’impasto 50 gr di broccoletti precedentemente lessati e schiacciati finemente con una forchetta.

Mettere sul tagliere le farine a fontana con al centro le uova e gli spinaci precedentemente lavati, cotti al vapore e strizzati bene della loro acqua. Poichè le farine non assorbono mai allo stesso modo i liquidi e considerata altresì l’umidità dei broccoletti, dei tre etti ne tengo una piccola parte a portata di mano per aggiungerla all’occorrenza. Lavorare molto bene ed energicamente l’impasto fino ad amalgamare completamente i broccoletti e fino a quando non diventa liscio, aggiungendo, se necessario, della farina.

Farlo riposare coperto con una ciotola per una mezz’ora. Riprendere l’impasto e stenderlo sottile con il matterello. Impugnare il matterello tenendo le mani vicine e facendo pressione con il pollice e il palmo appena sotto. Partire dal cento e ruotare spesso la sfoglia. Man mano che cresce la ruoto arrotolandola sul matterello. I fianchi devo ondeggiare. Per farla tonda, far scorrere le mani su e giù per il matterello.

Una volta stesa, lasciare la sfoglia ad asciugare intanto che si prepara la besciamella. Mettere a bollire il latte tenendone da parte un bicchiere. Nel frattempo sciogliere il burro a fuoco lento, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Togliere il burro dal fuoco e incorporare a poco a poco la farina mescolando con energia per evitare che si formino grumi. Aggiungere il latte bollente un poco per volta. Rimettere la salsa sul fuoco e continuare a rimescolare fino al bollore. Salare e se piace aggiungere una grattugiata di noce moscata.
Preparare il ripieno. In un padellino sciogliere una noce di burro e trasferirvi i porri tagliati a rondelle. Stufare per qualche minuto fino a quando saranno diventati translucidi, salare e trasferire in una ciotola. In un piattino versare della granella di nocciole e ripassarvi i filetti di triglia fino a quando ne risulteranno coperti. Nello stesso padellino sciogliere una piccola quantità di burro e trasferirvi il pesce facendolo cuocere a fuoco molto basso un paio di minuti per lato. Spegnere, salare e trasferire su un piatto.
Cuocere le lasagne. In una pentola capiente mettere a bollire abbondante acqua salata. Preparare una ciotola di acqua ghiacciata e uno scolapasta. Tagliare la sfoglia in grandi rettangoli. Buttarne un paio per volta  nell’acqua bollente e quando riprende il bollore, scolarli con l’aiuto di una schiumarola, raffreddarli nell’acqua gelida e metterli a scolare bene stesi nello scolapasta.  Continuare in questo modo fino a cuocere tutti i rettangoli.

In una teglia da forno versare un mestolo di besciamella e stenderlo bene fino a coprire il fondo. Stendere le lasagne nella teglia a strati, alternandole con uno strato di porri e triglie, qualche bacca di pepe rosa ed uno di besciamella fino a riempire lo stampo.

Cuocerle in forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti. Spegnere il forno e lasciarle riposare qualche minuto prima di servirle.

***

Con questa ricetta partecipo all’Mtchallenge #42 ospitato da Sabrina del blog Les madeilenes de Proust

banner1

e al contest StagioniAMO con noci e nocciole dei blog Crumpets&co, Caffè Babilonia, Pizza, fichi e zighinì e Coffe & Mattarello 

stagioniamo-contest-ingredienti

26 Comments

  • Meno male che hai potuto fare affidamento sulla tua memoria…io se non scrivo tutto al g non ricordo niente U.U (e non ho nemmeno la scusa del parto..)
    La ricetta è stupenda e se potessi mi fionderei a pranzo da te x fare l’assaggio ^_^
    Complimenti tesoro e felice we <3
    ps: la "ê" si scrive tenendo premuto il tasto della lettera "e" e premere in contemporanea il n°3
    Prova e fammi sapere ^_*

  • O mamma ragazze, con tutte queste lasagne mi state facendo girare la testa! Già l’idea dei broccoli nella pasta era ottima, se poi ci si aggiunge il mix porri-triglie-nocciole allora diventano delle lasagne straordinarie! Bravissima, come sempre del resto!

  • bella versione, sono stata indecisa fino alla fine se fare le mie con i broccoli o con i porri, alla fine hanno vinto i broccoli, mi piace l’idea della non scelta mettendoceli tutti e due, uno nella pasta e l’altro nel ripieno.
    anche le nocciole sono davvero una bellissima idea, una nota croccante in un piatto così morbido.
    insomma, mi piace molto!

  • Curioso questo piatto… mi piace l’idea delle triglie! Qui, in quanto zona di mare, il pesce abbonda ma io lo uso pochissimo vista l’antipatia ittica che regna in casa mia: certo che (sfilettatura a parte… io con le spine non ci vado d’accordo) non è nemmeno complicata la ricetta… magari mi offri un assaggino e poi ci provo!
    Un bacione!

  • Che delizia!! Mi piacciono le lasagne “colorate”, e se il colore lo danno i cavoli ,ancora di più! E mi ha fatto sorridere l’immagine del tavolo di salotto invaso dal computer e dai fogliettini! Io ho fogliettini ovunque, a volte penso di essere patologica…e invece scopro di no. O, al limite, che è una patologia meno rara di quello che pensassi! 😉
    Un abbraccio (l’accento circonflesso non lo sapevo neanche io…proverò)
    P.S.: nella lista di ingredienti c’è scritto “griglie”…il correttore automatico fa solo danni!! 😀

    • allora abbiamo una patologia in comune! se qualcuno spostasse i miei foglietti sarei finita….
      grazie per avermi segnalato l’errore!

      un bacino e buona domenica

  • Porri, triglie e nocciole, e poi i brococli…ma cos’è questo spettacolo??
    Bellissima e da provare, adoro le triglie e abbinate alle nocciole devono essere meravigliose!
    Complimentoni, ne vorrei tanto un assaggio, tipo subito!

  • Molto interessante l’aggiunta dei broccoletti alla pasta (non ci avrei mai pensato), e soprattutto mi piace tantissimo l’abbinamento con le triglie (anche se di fango) e le nocciole (ma su queste son di parte).
    Bellissime lasagne 🙂

    • qui bisogna arrangiarsi con quello che c’è in casa…e per fortuna la dispensa e l’orto ci regalano sempre tante idee!
      un bacino e buona domenica

      …mi spiace non averti incontrata a Torino!!!

    • beh, io ti consiglio di scegliere quelle di scoglio se sei così fortunata a trovarle! io purtroppo devo accontentarmi di quelle di fango ma sempre buone sono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *