Dado granulare homemade | Homemade vegetable broth powder

L’autoproduzione casalinga continua…dopo lo yogurt greco , il ketchup e la salsa di pomodoro è la volta del dado granulare. Non compro praticamente più cubetti da una vita, e se d’estate mi è sufficiente scendere in cantina e trovare tutte le verdurine fresche dell’orto per preparare il brodo fresco, d’inverno utilizzo le scorte che ho con tanto amore messo via durante la bella stagione e che conservo in freezer.

Da quando poi in casa è arrivato l’essiccatore, un paio di mesi fa, l’idea di preparare il dado granulare è diventata prima un tarlo e presto realtà…non che non avessi mai sognato il mio vasetto di verdurine essiccate ma il solo pensiero di cimentarmi con il forno mi ha sempre distolta da questa impresa. Ci vuole solo un po’ di pazienza…nell’attendere che le verdure perdano completamente la loro acqua altrimenti rischiano di marcire e a quel punto dovreste buttarle.

dado granulare homemade

 

La ricetta che ho scelto è quella di Martina che vi riporto fedelmente…ma che non ho seguito alla lettera perché ho omesso i finocchi (che sono finiti nell’orto) e i fiocchi di lievito di birra devitalizzato (che fungono da esaltatore di sapidità) per il fatto di non averli trovati. La conservazione è comunque garantita dal sale, nel mio caso specifico quello di Maldon che adoro.

Martina suggerisce di frullare finemente le verdure una volta essiccate per poi riporle di nuovo nell’essiccatore/forno per un’ulteriore asciugatura. Io le ho lasciate piuttosto grosse perché a me piace ‘vedere’ cosa mangio (un po’ come per il minestrone che preferisco a pezzettoni piuttosto che frullato…) e tutte quelle scaglie di carote, zucchine, patate, pomodori e sedano sono troppo carine!

Potete utilizzarlo sia per preparare il brodo che come insaporitore per una padellata di verdure, un filetto di pesce o un piatto di carne.

dado granulare homemade

dado granulare homemade

Quest’anno, diversamente dai precedenti, ho deciso di affrontare per tempo i regali di Natale ed ho messo sotto il mio essiccatore così da prepararne un po’ di vasetti e di donarli alle mie amiche…e visto che il mio entusiasmo pre-natalizio non finisce qui spero nelle prossime settimane di regalarvi tante altre idee carine!

DADO VEGETALE GRANULARE FATTO IN CASA (circa 500gr)

  • 6 carote medio-piccole
  • 4 coste di sedano con foglie
  • 1 1/2 cipolla
  • 1 porro
  • 1 zucchina
  • 1 finocchio piccolo
  • 3 pomodori tipo S. Marzano o Piccadilly rossi
  • 3 patate piccole
  • un ciuffo di prezzemolo
  • sale grosso integrale (per me di Cervia)
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 3-4 cucchiai di fiocchi di lievito di birra devitalizzato (si trova da Naturasì) che io non ho utilizzato

Sbucciate e tagliate le carote a rondelle, tagliate il porro, la zucchina e le patate a fette di circa 3-4mm di spessore. Tagliate il finocchio e la cipolla privata della buccia in 5 o 6 spicchi e separate gli strati. Dividete i pomodori a metà, tagliateli a rondelle e asciugatele delicatamente con un foglio di carta da cucina. Tagliate le coste di sedano nel senso della lunghezza in strisce di circa 4mm di larghezza e di 8cm di lunghezza. Lavate il prezzemolo e asciugatelo.

Con l’essiccatore: disponete tutte le verdure nell’essiccatore e fatele seccare a 60° finché saranno quasi completamente disidratate, dopodiché frullate tutto grossolanamente, coprite i ripiani dell’essiccatore con la carta forno e disponeteci il composto. Fate essiccare completamente (saranno necessarie in tutto circa 18 ore).  Pesate e aggiungete pari quantità di sale, un cucchiaio di curcuma e i fiocchi di lievito devitalizzato se li avete (si utilizzano in quanto esalatore di sapidità). Frullate fino a polverizzare (io ho lasciato abbastanza grosso perché mi piace vedere la combinazione dei colori e capire cosa contiene ciascun vasetto). Riponete nei barattolini. Questo dado si conserva senza problemi e a lungo fuori dal frigo e si può usare sia come insaporitore che per fare il brodo vegetale. Per il brodo versate due cucchiaini a persona circa nell’acqua bollente o regolatevi in base al vostro gusto.

Se non avete l’essiccatore: frullate le verdure grossolanamente, disponetele su un vassoio o sulla leccarda coperta di carta forno e fate essiccare in forno ventilato a 50-60°, aprendo di tanto in tanto lo sportello per far uscire l’umidità. Mescolate di tanto in tanto le verdure e attendete la completa essiccazione, dopodiché lasciate raffreddare e procedete come da ricetta sopra.

dado granulare homemade

HOMEMADE VEGETABLE BROTH POWDER (makes 500gr)

  • 6 carrots, (medium-small)
  • 4 celery sprigs (with leaves)
  • 1 1/2 onion
  • 1 leak
  • 1 zucchini
  • 1 fennel (small)
  • 3 tomatoes (San Marzano or Piccadilly)
  • 3 potatoes (small)
  • 1 bunch parsley
  • coarse sea salt
  • 1 tablespoon turmeric powder
  • 3-4 tablespoons yeast flakes (optional)

Peel and cut the carrots into slices, cut the leek, zucchini and potatoes into slices about 3-4 mm thick. Cut the fennel and onion (peeled off) in 56 wedges and separate the layers. Divide the tomatoes in half, cut into slices and gently pat dry with a paper towel. Cut the celery stalks longwise into strips about 4mm wide and 8cm long. Wash and dry the parsley.

Using a food dehydrator: arrange all the vegetables on the dehydrator trays and let them dry at 60°C until almost completely dehydrated, then blend coarsely, cover the tops of the dehydrator trays with parchment paper and spread over the compound. Let dry completely (you will need a total of about 18 hours). Weigh and add equal amounts of salt, a tablespoon of turmeric and devitalized yeast flakes if you have them (using as exhalant flavor). Whisk then transfer into jars. This vegetable broth powder preserves without any problem and long out of the fridge and can be used both as a flavor enhancer that to make vegetable broth. For the broth counts about two teaspoons per person in boiling water or according to your taste.

Using the ovencoarsely cut vegetables into slices/cubes, place them on a tray or baking tray covered with parchment paper and let dry in a convection oven at 50-60°C, occasionally opening the door to let out moisture. Stir occasionally vegetables until completely dried, then leave to cool and proceed as the recipe above.

43 Comments

  • che meravigliaaaa Greg, c’ho provato una sola volta ma non avendo l’essicatore il procedimento é un po’ lunghetto e con il forno non si mantengono bene questi colori, ma approvo appieno la tua idea e bisogna che ci penso seriamente questa volta a comprarmene uno.

    Ti abbraccio!

    fantastica luce nelle tue foto!

    • ho pensato anche io che con il forno i colori si perdano un pochino…
      fossi in te metterei l’essiccatore nella lista dei regali di Natale!
      un abbraccio cara

  • Eccolo qua!!! grazie di averlo provato!! Ha dei colori bellissimi….Sono contenta che ti sia piaciuto e mi fa piacere che questa ricetta si diffonda perchè è sana e se la gente eviterà di comprare il dado commerciale sarà un successone!! 🙂

  • Pensa che io per anni l’ho fatto in padella con i soli scarti delle verdure (e vabbè..ero senza forno…): questo è splendido, da farsi assolutamente (se e appena acquisterò l’essiccatore)!
    Un baciotto!

  • Ha dei colori splendidi! Anche io faccio sempre il dado vegetale in casa, pur non avendo l’essicatore. L’ho fatto anche qui a Madeira, non posso proprio pensare di comprare quello pronto. Bravissima Silvia, davvero.

    • io proverei a scriverlo nella letterina per Babbo Natale…non sia mai che arrivi e che ti metta anche tu all’opera! è peggio del lievito madre…

      un abbraccio carissima

  • …io pure debbo attendere il Natale o hai una piccola “scorta” anche per me? Facciamo un cambio equo, tu un pò di brodo granulare che uso tantissimo al posto del sale ed in combinazione con il mio amato curry ed io le alici che stanno marinando nel sale e poi se vorrai finiranno sott’olio.

  • Ecco, la mia lista dei desideri natalizia si è allungata… mi sa che non posso proprio più fare a meno di un essiccatore, ho visto ricette meravigliose sui vostri blog in questi mesi!
    Un bacione mia cara

  • Basta, appena finisco quel vasetto di dado che ho lo faccio, anche se non ho l’essiccatore non mi faccio spaventare!! Farò prima una piccola dose per vedere se mi riesce e poi via!! Bellissimo e sicuramente genuino!! Brava!!

    • e brava tu Silvietta! io con il forno non l’ho mai provato però se non avessi l’essiccatore un tentativo lo farei…magari durante il weekend per risparmiare un po’ sulla bolletta!
      un bacione

  • Caspita che meraviglia! Ho sempre desiderato fare il dado a casa, ma alla fine non l’ho mai fatto, ma adesso che so come fare, prometto che mi ci metterò!
    Grazie Silvietta, questa è proprio una ricetta che non mi lascio scappare.
    Baci

  • Io con l’aiuto del bimby ho fatto quello fresco che si conserva in frigo per 6 mesi…la prossima volta che vado dai miei che hanno l’essicatore voglio provare anche questo! Un bacione cara

  • Devo proprio provarlo. Io lo faccio col Bimby, però mi piace il fatto di vedere quei pezzettini… anche io adoro il minestrone a pezzi piuttosto che frullato 🙂

    • allora siamo in due ad amare i pezzettoni…o, che dir si voglia, pezzettini!
      le polveri mi inquietano sempre…per non parlare dei polpettoni nei self-service!!

  • Un quadro d’autore! Veramente bello.
    Per provare a riprodurlo con il forno, quali sono indicativamente i tempi?
    Grazie
    Samantha

    • Ti ringrazio! Anche in forno ci vogliono diverse ore per le verdure devono asciugarsi molto lentamente…direi 15-18
      Le patate, le carote e le cipolle ci hanno messo un pó meno di pomodori e zucchine…per ridurre i tempi potresti provare a tagliatelle in piccoli pezzi!
      Buon esperimento…poi fammi sapere se sei riuscita
      Ciao
      Silvia

  • A parte che se già mi avevi invogliata a prendere l’essiccatore, dopo questo post mi fai convincere ancora di più, ma ….hai fatto delle foto da urlo qui ;-).
    Un abbraccio

    • cara Lalla…scommetto che presto l’essiccatore troverà un posticino anche nella tua dispensa (la mia è stracolma ed è in alto in bellavista!)

      un bacione
      (foto da urlo? mi emoziono….)

  • se compro l’essicatore stavolta mio marito chiede il divorzio, la versione al forno però mi incuriosisce, sai che mi fai venir voglia di tentarla????

  • Il dado granulare é passato pure dalla mia cucina, ne sono andata fierissima. Un po’ lungo il procedimento senza essiccatore, ma assolutamente valido al 100%. Prossima volta vedo di aggiungere il lievito devitalizzato che da queste parti invece si trova senza problemi (ancora devo capire cosa se ne fanno in Canada…). Queste foto Silvia ti sono venute benissimo!

  • Che meraviglia di colori, anche solo per l’aspetto questo merita di essere fatto! Ma se ci volessi provare con il forno normale quante ore pensi ci potrei mettere? Perchè mi sa che la mamma mi taglia l’elettricità prima 😉 sono del tuo stesso parere, meglio portarsi avanti con i regali di natale, soprattutto quelli auto-prodotti, anche perchè sono sempre quelli più apprezzati! 🙂
    Anna

  • Mi viene la voglia di comprare un’essiccatore subito! Grazie per l’ispirazione! Una domanda completamente diversa: mi potresti dire qual’è il carattere usato nel header? (La Greg, cucina, emozioni, territori)

    Grazie!
    Carolina

    • l’essiccatore è di grande aiuto e in rete trovi tante proposte senza spendere cifre esorbitanti!
      il font del mio header è il ‘sacramento’…fammi sapere se ti serve altro

      a presto
      Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *