Polpettine di carote e fior di sale al Balsamico

polpettine di carote e fior di sale al balsamico

Ci sono ricette buonissime che nascono quando meno te lo aspetti, in uno dei tanti giorni frenetici che si stanno rincorrendo in questo Maggio pazzerello da un punto di vista tanto meteorologico quanto lavorativo! Quei giorni nei quali ti ritrovi con il frigorifero quasi vuoto, zero tempo per spadellare ma sai che non vuoi rinunciare a mangiare bene e con gusto.

Sono nate così queste polpettine, mettendo insieme con un po’ di fantasia quello che ho trovato a disposizione tornando di corsa dal lavoro….qualche carota, foglie di salvia dell’orticello, pochissimo caprino, il fior di sale all’Aceto Balsamico di Modena acquistato lo scorso anno a Castelvetro e la granella di nocciole inviatami qualche giorno fa da Ventura, leader nazionale nella commercializzazione di frutta secca.

polpettine di carote e fior di sale al Balsamico

polpettine di carote e fior di sale al Balsamico

Il tempo più lungo quello della cottura in forno delle carote (che potete ridurre tagliandole a piccoli pezzi) perché poi ad assemblare il tutto ed a mangiare si fa in un battibaleno. Se proprio  siete bravi dovreste riuscire a prepararle e trasferirle in frigorifero per qualche ora perché fredde sono ancora più buone. Se non amate le carote potete sostituirle con altra verdura…zucchine? melanzane? spinaci? broccoletti? l’importante che seguiate le stagioni per esaltare al massimo i sapori e per acquistare cibo locale.

Non rinunciate però alla frutta secca perché oltre ad apportare proteine, vitamine e sali minerali regala a questo stuzzichino una nota crunchy e tostata irresistibile. Io ho scelto la granella di nocciole Ventura che secondo me si accompagna perfettamente con la ‘dolcezza’ delle carote.

polpettine di carote e fior di sale al Balsamico

polpettine di carote e fior di sale al Balsamico

Sapete che il nocciolo è da sempre l’albero dell’eternità e di riflesso della salute, della giovinezza e della gioia? Ma è anche ritenuto un albero magico, da molti evitato in quanto considerato luogo prediletto dalle streghe per i loro sabba. Nato in Asia Minore, si è diffuso nel bacino del Mediterraneo al termine dell’ultima glaciazione cioè 10.000 anni fa ed oggi rappresenta voce rilevante dell’agricoltura di Turchia, Grecia, Spagna e Italia.

Nel nostro paese le varietà più apprezzate sono la Tonda gentile delle Langhe e la nocciola di Giffoni, entrambe premiate con il marchio IGP.

POLPETTINE DI CAROTE E FIOR DI SALE AL BALSAMICO (per 20 pezzi circa)

  • 6 carote (meglio se del vostro orticello o di quello del vicino…)
  • 5-6 foglie di salvia
  • olio extravergine di oliva
  • fior di sale all’Aceto Balsamico di Modena (in alternativa fiocchi di sale tipo Maldon)
  • 4 fettine di caprino (meglio quello con la crosticina intorno visto che ha la pasta più consistente)
  • granella di nocciole Ventura

Preriscaldiamo il forno a 200°C. Puliamo le carote togliendo ciuffo e buccia e disponiamo tagliate a piccole rondelle con le foglie di salvia su una teglia ricoperta di carta da forno. Irroriamo con olio ed inforniamo per almeno 20 minuti fino a quando risultano morbide.

Lasciamo intiepidire prima di frullare con il caprino e il fior di sale. Formiamo tante palline grandi come ciliegie e rotoliamo nella granella di nocciole. Trasferiamo su un vassoio e lasciamo rassodare in frigorifero per qualche ora.

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *